Revisione e rilettura 

La revisione e la rilettura

Lavorare su un testo interessa vari aspetti di natura linguistica e strutturale.

 

Revisione

Rivedere un documento significa esaminarlo a fondo e scandagliarlo, fin nei minimi dettagli. Lo si corregge a livello linguistico e stilistico, analizzandone la sintassi, la coerenza di senso, la fluidità, la struttura nonché la pertinenza e l'esattezza delle espressioni impiegate. Ci si assicura inoltre che le regole grammaticali siano state applicate correttamente.

Una revisione consente di garantire l’uniformità del contenuto di un testo e la sua correttezza sul piano della terminologia. Se necessario, il documento viene parzialmente riscritto.

Per poter trattare (ossia tradurre e/o rivedere) un testo nel modo più accurato possibile, occorre conoscere il tipo di pubblico al quale esso è destinato: ciò consente di scegliere lo stile e il registro che più gli si addicono.

Nella revisione bilingue, è imperativo che il documento di partenza e quello di arrivo vengano attentamente comparati.

 

 

 
Rilettura

La rilettura si esegue unicamente sulla versione definitiva di un documento, alla quale si apportano gli ultimi ritocchi.

Concretamente, se ne controllano l’ortografia, la grammatica, la punteggiatura e si ricercano gli errori di battitura. Se ne verifica inoltre l'uniformità strutturale.

La fase di rilettura non comprende correzioni di tipo stilistico né modifiche a livello terminologico.

 
Traduzione, revisione o rilettura?

Per il cliente, la scelta tra queste tre opzioni può rivelarsi impresa non facile. A volte, si pensa che un testo debba semplicemente venir riletto o rivisto, mentre invece andrebbe interamente ritradotto.

In caso di dubbio, non esiti a contattarmi, la consiglierò con piacere.

 

Go top